Lavaggio Autobetoniere

Descrizione generale
L’impianto di trattamento è stato appositamente studiato per tutte quelle applicazioni industriali dove si presentano sequenze relative alla lavorazione di acque cementizie e al processo di lavaggio delle autobetoniere.
L’impianto, previa eliminazione della frazione granulometrica grossolana, assicura l’abbattimento dei solidi in sospensione contenuti nelle acque cementizie, permettendo di ovviare al problema dell’approvvigionamento idrico per le operazioni lavaggio automezzi, e consente di ridurre quanto più possibile il volume degli scarti di lavorazione, minimizzando problemi legati al trasporto e allo smaltimento degli stessi.
L’impianto viene fornito premontato e può essere installato in qualsiasi posizione, disponendo le apparecchiature secondo la logica che più si addice al sito prescelto.

Criteri di progettazione
Gli impianti vengono progettati in maniera tale da consentire un efficace trattamento dell’acqua in ingresso, compatibilmente con gli standard qualitativi richiesti per il ri-lavaggio degli automezzi e il riutilizzo/scarico delle acque trattate; grazie ad un’elevata innovazione tecnologica, gli impianti vengono progettati con l’obiettivo di ottenere acqua con una ridotta concentrazione di solidi sospesi e fanghi con un ridotto tenore di umidità.
L’impianto viene dimensionato prevalentemente in funzione di:
- Numero, dimensione e frequenza di lavaggio autobetoniere;
- Volume di accumulo a monte;
- Portata d’acqua da trattare (m3/h);
- pH dell’acqua trattata;.

Processo di funzionamento
La sequenza delle operazioni avviene automaticamente, secondo una logica programmata, garantendo una semplice gestione d’impianto e minimizzando gli interventi richiesti da parte dell’operatore:

  • 1^ Fase - Le acque di scarico provenienti dal lavaggio degli automezzi vengono convogliate in una vasca mantenuta in agitazione mediante agitatori.

  • 2^ Fase - l’acqua torbida cementizia viene successivamente pompata al filtro pressa a piastre. Il risultato del processo di filtrazione è la produzione di acqua filtrata da utilizzarsi per ulteriori lavaggi e la trasformazione dei solidi catturati in un fango solido, perfettamente palabile e privo di sgocciolamento.
  • 3^ Fase - Qualora il valore del pH dell’acqua depurata non risulti idoneo allo scarico/riutilizzo, si procede con una neutralizzazione della stessa per mezzo di una soluzione di correttore di pH; questa sostanza è dosata nell’acqua depurata mediante una pompa dosatrice comandata da una sonda di rilevazione di pH.

    Conclusione
    L’acqua utilizzata nei processi di lavaggio delle autobetoniere trasporta quantità variabili di solidi in sospensione a pH non controllato e non può essere riutilizzata/scaricata tal quale.
    L’impianto di trattamento in oggetto ha permesso di ovviare a problemi di consumo delle risorse idriche, peraltro sempre più scarse, e d’inquinamento delle stesse, garantendo notevoli vantaggi sia dal punto di vista economico che da quello ambientale.

    ######################### - SUB FOOTER - ########################## -->